Magia e riti la storia e le curiosità

Scongiuri e credenze popolari contro la cattiva sorte.

Scongiuri e credenze popolari contro la cattiva sorte.

Scongiuri e credenze popolari contro la cattiva sorte. Come detto in precedenza secondo la credenza popolare prima di ricorrere all’aiuto del “guaritore” per debellare la cattiva sorte ci sono molti metodi alternativi per contrastarlo.

Generalmente si ricorre all’aiuto di scongiuri, amuleti vediamo quali.

Scongiuri e credenze popolari contro la cattiva sorte.

Gli scongiuri contro il malocchio.

Con il sorriso iniziamo con gli scongiuri e credenze popolari per poi andare a spiegarne anche il lato antropologico.

Inizio subito citando lo scongiuro più popolare ovvero quello di Lino Banfi nel film “occhio malocchio prezzemolo e finocchio”:

Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio, ego me baptizzo contro il malocchio. Con il peperoncino e un po’ d’insaleta mi protegge la Madonna dell’Incoroneta; con l’olio, il sale, e l’aceto mi protegge la Madonna dello Sterpeto; corno di bue, latte screméto, proteggi questa chésa dall’innominéto.

Ucchiatura non fari mali a sta criatura pi lu sacru cuori di Gesù ottini a mari e non tunnari chiù 

Traduzione: Malocchio non fare del male a questa persona, per il sacro cuore di Gesù vai a mare e non tornare più.

Occhio malocchio pigghiata d’occhio, nesci ‘u malocchio e trase ‘u bonocchio u malocchiu si nni va pi a so via cu Gesù, Giuseppe e Maria.

Traduzione: occhio malocchio la presa d’occhio, esce il malocchio ed entra il buon occhio, il malocchio va per la sua via con Gesù Giuseppe e Maria.

Acqua e sale pi li mavari acqua e sale pi cu è chi nni voli mali.

Traduzione: Acqua e sale per le streghe, acqua e sale a chi ci vuole male.

Santu Pitruzzu di Matta a Roma vinia, ‘na rama d’aliva ‘nmanu purtava, all’artaru la binidicia, pi luvari u malocchiu a cu mali facia. Foru dui chi ti scunsaru, foru tri chi ti cunsaru: lu Patri, lu Figghiu e lu Spiritu Santu.

Traduzione: San Pietro da Malta a Roma andava, e un ramo di ulivo in mano portava, all’altare lo benediceva per togliere il malocchio a chi faceva del male. Sono stati due che ti hanno dato fastidio e tre che ti hanno protetto, il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo.

Scongiuri e credenze popolari contro la cattiva sorte.

Le usanze e i gesti scaramantici

Iniziamo con un paio di usanze per debellare la cattiva sorte:

Niente ombrelli aperti in casa.

L’ombrello è un oggetto che si usa sia per proteggersi dalla pioggia che dal sole.

Infatti secondo il paganesimo se si apre l’ombrello in casa si corre il rischio che il dio del sole possa offendersi perché ci si vuole nascondere da lui.

Non dormire davanti allo specchio. 

Lo specchio è visto in molte culture come una finestra verso il mondo dei morti.

Si sostiene che mentre si sogna l’anima lascia il corpo ed entra nello specchio senza trovare più la via del ritorno.

Quindi niente specchi davanti al letto

Il letto.

Parrebbe che scendere al mattino dal letto dalla parte sinistra possa portare male e rendere la persona intrattabile, perché la sinistra è la parte del diavolo.

Casa nuova, tutto nuovo.

Portare una vecchia scopa nella nuova abitazione significhi far entrare nella nuova casa le energie negative che si sono accumulate in quella vecchia.

Non girare il pane 

Pare che poggiando la parte curva della pagnotta sulla superfice della tavola porti sfortuna.

Il ferro di cavallo

E’ l’oggetto portafortuna per eccellenza  ma bisogna appenderlo in modo che formi una “U”.

Il gatto nero

Non passare ed aspettare se un gatto nero ci ha tagliato la strada

Le scale

Non passare mai sotto una scala, porta sfortuna;

Il sale a tavola 

Se però questo non dovesse bastare allora, possiamo ricercare l’inizio della sfortuna in regali fatti da persone invidiose e fare un po’ di “pulizia” ovvero eliminare tutto.

Realmente care lettrici ci sono tantissimi scongiuri e gesti scaramantici che la gente fa contro la cattiva sorte.

Ma se neanche questo non dovesse bastare ad allontanare la mala sorte dovremmo ricorrere all’aiuto del “guaritore”.

Ovviamente i gesti scaramantici e i riti contro il malocchio hanno più rilevanza antropologica e culturale e bisogna tener conto che nella maggior parte dei casi si tratta di persone legate a tradizioni molto antiche.

https://www.facebook.com/Diaridellacartomanzia

https://diaridellacartomanzia.it/?p=6933&preview=true

 

Ciao sono Viola, non sono la classica cartomante che tutti vi aspettate. Sono disordinata confusionaria sognatrice allegra solare e comprensiva ma sono anche molto tenace. Ho iniziato lo studio della cartomanzia un po per gioco all'età di 15 anni e piano piano per me è diventata sempre più una vera e propria passione. L'idea di questo blog nasce dal fatto che io avendo iniziato sola questo studio ho avuto serie difficoltà a capire un po tutto(nessuno ti spiega bene come funziona) e quindi spero che questo blog vi possa servire per apprendere ed appassionarvi al mondo della cartomanzia e non solo com'è successo a me. Sarò sempre pronta a supportarvi e darvi consigli su questa bellissima e affascinante pratica di divinazione. Buona lettura a tutti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Instagram